Macchina formatrice: per quali alimenti si utilizza?

Dal punto di vista tecnologico, l’industria alimentare è costantemente in via di sviluppo e vanta oggi alcune delle attrezzature più evolute in assoluto. I motivi di questa costante spinta all’innovazione sono molteplici e ricercabili anche nella volontà dei produttori di limitare al minimo gli sprechi di materie prime e favorire la preparazione di prodotti omogenei per dimensioni, forma, peso e caratteristiche organolettiche.

Tra le tecnologie che occupano un ruolo fondamentale nell’industria alimentare figura la macchina formatrice, la quale si occupa di lavorare materie prime grezze nella forma che il consumatore finale riconosce, si aspetta e desidera.

Quali alimenti lavora la macchina formatrice? E quali vantaggi vi sono a utilizzarla?

Idealmente, una macchina formatrice per l’industria alimentare può dare forma a qualunque tipo di alimento, purché questo abbia la consistenza giusta a essere lavorato fino ad ottenere la sagoma desiderata. In questo senso, abbiamo qualche tempo fa pubblicato un articolo di approfondimento sulla linea completa ALCO per la produzione di nugget, a partire dalla fase di formatura fino a quella di cottura.

Tuttavia, la formatrice non è destinata soltanto a sagomare gustosi nugget. Queste macchine per l’industria alimentare sono infatti progettate anche per la porzionatura del prodotto a peso fisso o variabile, ideale per la produzione di diversi alimenti, come macinati di carne o di proteine vegetali (per le persone che seguono un’alimentazione vegetariana o vegana), così come polpette, hamburger, cotolette, bastoncini di pesce e altre preparazioni di origine animale o vegetale che necessitano di una particolare – e tipica – conformazione o sagomatura.

I vantaggi di impiegare una macchina formatrice per la produzione di alimenti sono numerosi, e non si limitano a quelli che abbiamo indicato en passant all’inizio di questo articolo.

Tra i più importanti vale la pena citare:

  • La capacità di modellare un prodotto regolare, omogeneo e compatto
  • La garanzia di rispondenza del peso di ogni pezzo alla grammatura richiesta
  • La perfetta presentazione estetica del prodotto
  • La sicurezza della massima igiene, poiché la manipolazione umana del prodotto viene evitata
  • L’ottimizzazione delle attività produttive, poiché le macchine formatrici più evolute richiedono la presenza di un solo operatore
  • La riduzione nello spreco di materie prime

In termini pratici, l’azienda alimentare che impiega questa attrezzatura ottimizza la produzione e ha a disposizione più tempo e più risorse da dedicare ad altre attività.

Le proposte GHERRI per la formatura e la porzionatura di alimenti

Quando si parla di formare un prodotto alimentare, la nostra proposta si basa su macchine stand-alone indipendenti e, in alternativa, attrezzature da utilizzare in combinazione con un’insaccatrice. Il primo è il caso tipico della Formatrice ALCO, il secondo comprende tutti i sistemi FREY e DJM Food Processing. La scelta di un sistema piuttosto che di un altro dipende da diversi criteri quali, per esempio, la tipologia del prodotto, la capacità produttiva o la linea di produzione esistente.

Riguardo le macchine indipendenti, proponiamo la formatrice AFM di ALCO per la sua assoluta garanzia di qualità e performance: questa macchina assicura infatti una forma impeccabile dei prodotti alimentari, sia che si parli di preparazioni tonde o quadrate, sia che si parli di forme classiche oppure fantasiose. Può essere, infatti, impiegata per una quantità davvero considerevole di preparazioni: gli hamburger, le polpette, le cotolette, i nugget, i bastoncini, le crocchette e tanto altro ancora, sia di derivazione animale che vegetale.

Si tratta di una formatrice ad alta pressione che può sagomare e modellare materie prime grezze e porzionarle a peso fisso, e offre il vantaggio di poter far progettare individualmente le piastre di formatura secondo le diverse esigenze di produzione. La precisione del processo è elevatissima sia che si vogliano ottenere prodotti in 2D, che prodotti in 3D.

Tra gli altri vantaggi della formatrice AFM di ALCO figurano:

  • Velocità di produzione regolabile in continuo
  • Impiego anche con masse di varia viscosità
  • Disponibilità di rompi-ponte per masse particolarmente resistenti
  • Sistema di nastri speciali sviluppato ad hoc per prodotti cilindrici
  • Trasferimento del prodotto impeccabile grazie all’orientabilità del nastro in uscita
  • Porzionatura a peso fisso
  • Funzionamento intuitivo con pannello touch con gestione delle ricette

Il tutto, per una macchina che garantisce sempre la massima sicurezza di processo e si caratterizza per un design lineare e smart, che rende semplicissime le operazioni di pulizia.

Attrezzature Frey e DJM per formare e porzionare in combinazione con un’insaccatrice

Infine, vogliamo porre l’attenzione sulle diverse attrezzature per la porzionatura e formatura degli alimenti che operano per mezzo di una insaccatrice sottovuoto in continuo.

L’azienda olandese DJM Food Processing ha sviluppato due sistemi di formatura da utilizzare in combinazione con un’insaccatrice.

La formatrice VACFORM, la quale dispone di piastre di stampo in versione singola, doppia o tripla fila, sia in plastica che in metallo e in vari spessori, è ideale per la produzione di vari alimenti di origine animale e vegetale: cotolette, nugget, bastoncini e altro ancora.

Davvero elevatissima è la capacità produttiva di questa macchina formatrice, che è in grado di formare fino a 3500 kg di nugget e 4000 kg di hamburger all’ora, collocandosi tra le soluzioni più indicate per aziende alimentari che necessitano di performance molto elevate. Inoltre, vale la pena sottolineare che la formatrice VACFORM monta un sistema DJM per la distribuzione della pressione che assicura deviazioni di peso estremamente ridotte ed un’eccellente divisione della pressione che si traduce in un minore stress sul prodotto.

DJM ha anche sviluppato una Tecnologia a Diaframma per la formatura di prodotti rotondi e ovali, come polpette di carne o vegetali, polpette di patate, polpette di pesce o falafel. Una caratteristica importante delle macchine a diaframma DJM è che l’apertura delle teste di dosaggio può essere variabile, veloce e continua. Inoltre, la macchina è configurabile da 1 a 16 teste di dosaggio, realizzando una capacità produttiva massima di oltre 140.000 prodotti all’ora. Infine, le variazioni di viscosità e di temperatura del prodotto di partenza non sono un problema, pertanto è possibile gestire un’ampia gamma di prodotti.

Le insaccatrici sottovuoto FREY sono configurabili con diverse attrezzature per la porzionatura di numerosi prodotti alimentari. Sono diverse le linee FREY disponibili, tra cui in particolare: una dedicata alle polpette, la seconda agli hamburger e la terza ai macinati. Si tratta di sistemi di porzionatura estremamente funzionali e performanti, considerati addirittura essenziali per l’eccellenza di produzione che sono in grado di garantire.

Per quanto riguarda la produzione di polpette o crocchette, Frey permette di equipaggiare le sue insaccatrici con diversi sistemi. Si va da un sistema a 4 uscite con lame disponibili in due formati per un taglio rapido e preciso, a testate di formatura per prodotti da 10 a 85 mm di diametro; e ancora un coltello pneumatico per la formatura e il taglio in forme cilindriche o rotonde di prodotti pastosi, per finire con i ripartitori di flusso a più uscite al fine di ottenere dosate multiple a peso fisso.

Per la produzione di hamburger, Frey mette a disposizione un sistema di formatura e porzionatura con tecnologia a bassa pressione composto da una linea con due lame che lavorano simultaneamente, un nastro di trasporto e un nastro di formatura per la spianatura dei prodotti. Questa particolare tecnologia consente di allineare le fibre della carne in un’unica direzione e, una volta porzionato, l’hamburger si ritrova con le fibre allineate verticalmente rispetto alla sua superficie. Ciò permette di ottenere un hamburger più soffice, che mantiene la forma anche dopo cottura.

Infine, le insaccatrici Frey possono essere equipaggiate con le Testate di Macinatura WK e con il Sistema di taglio e porzionatura CLPS 320 per la produzione di prodotti macinati a base di carne o di vegetali: soluzioni che permettono la produzione di porzionati di macinato a peso fisso sia direttamente in vaschetta che liberi su nastro o foglio di carta.

Ogni esigenza di formatura ha una soluzione! Desideri parlarne meglio con i nostri specialisti? Siamo sempre a tua disposizione.

Torna su